Sport City

Sport City

Category : Attivitá 2016

Considerato che, durante un sopralluogo , per verificare delle richieste di alcuni cittadini, sono emerse notevoli criticitá. Proprio per tali criticitá é stato doveroso realizzare un ulteriore sopralluogo.

Durante lo stesso é emersa una situazione di degrado, abbandono e scarsissima igiene, mancanza totale di rispetto delle norme di sicurezza.

Ad oggi la struttura sportiva di via maso della pieve gestita dalla cooperativa “Sportcity” versa in condizioni disastrose e di totale abbandono. La struttura risulta completamente aperta e quindi frequentata nelle ore notturne da losche figure di ogni tipo e specie.

La struttura risulta sporca in ogni suo punto e al punto tale che i cittadini (genitori che portano i figli per le attivitá ludico motorie/sportive) si devono pulire gli spazi.

Gli spogliatoi risultano vecchi e obsoleti, senza arredo e l’arredo rimasto é rotto definitivamente quindi anche pericoloso.

Mancano parti dell’impianto elettrico (tappi, quadri ecc..) oltre ad interruttori luci ecc..

Le docce non sono a norma come tutto il resto e presentano perdite d’acqua e acqua stagnante che molto probabilmente é contaminata dalla legionella.

Ragni, ragnatele, scarafaggi e insetti vari la fanno da padrona, sia negli spogliatoi sia nelle parti comuni.

All’interno dello stabilimento vi sono inoltre campi da basket, volley, beach, workout, tiro con arco, ecc… totalmente rotti, sporchi e non manutentati.

Su tutta la superficie della struttura vi é inoltra presente masserizia lasciata abbandonata, come lavatrici rotte, bombole del gas, tavoli, stracci, bacinelle.

Lo spogliatoio arbitri é stato trasformato in vano tecnico, accessibile h24 da qualsiasi persona. Anche qui il rispetto della normativa non esiste neanche a livelli minimi.

Ultimo e non per scala di degrado, la struttura non presenta nemmeno i presidi antincendio dovuti per legge e piani di evacuazione. Anzi i presidi di emergenza, come uscite o passaggi di evacuazione sono rotti o chiusi a chiave.

Non vi é nemmeno un presidio di primo e pronto soccorso soccorso oltre alla mancanza totale della presenza di un defibrillatore come previsto da leggi nazionali.